Confettura di mele cotogne

Lavare con cura le mele cotogne, strofinandole con un panno per eliminare la peluria dalla superficie e sciacquare sotto l’acqua corrente.

Sistemare le mele cotogne in una casseruola, coprirle per metà con l’acqua e cuocere fino a quando saranno ammorbidite. Tirare fuori dall’acqua con un mestolo forato e tenere da parte l’acqua.

1. procedimento cotognata

Tagliare le mele cotogne senza sbucciarle, eliminare il picciolo, il torsolo, i semi ed eventuali parti brutte. Raccogliere le mele tagliate nel mixer e frullare, pesare la quantità di polpa necessaria.

Rimettere la casseruola con la polpa ottenuta sul fuoco, versare lo zucchero, la vanillina e il succo del limone, mescolare di continuo fino a quando non si addensa. La consistenza dovrà essere più asciutta della classica marmellata.

Per preparare la confettura di mele cotogne basta fermare la cottura quando il composto raggiunge la consistenza giusta della marmellata, è sempre valida la prova del piattino, versare un cucchiaino di composto in un piattino, inclinare e se scivola molto lentamente la marmellata è pronta.

 

confettura di mele cotogne

Invasare la confettura di mele cotogne ancora calda, chiudere subito e capovolgere per 10 minuti così da ottenere il sottovuoto, trascorso il tempo conservare in dispensa. Lasciare riposare almeno 20 giorni prima di consumare la confettura. Una volta aperto il barattolo conservare in frigorifero.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *