Disciplinare di produzione dell’Indicazione Geografica Protetta “Melannurca Campana”

L’Indicazione Geografica Protetta (I.G.P.) “Melannurca Campana” è riservata ai frutti che rispondono alle condizioni ed ai requisiti stabiliti dal regolamento (CEE) n.2081/1992 e dal Disciplinare di Produzione che designa i frutti dei biotipi riferibili alle cultivar di melo “Annurca” e “Annurca Rossa del Sud”, prodotti nella Regione Campania nei territori, interi o parziali, dei seguenti comuni ricadenti nelle province di Avellino, Benevento, Caserta, Napoli e Salerno.

Per l’area picentina della provincia di Salerno i comuni interessati sono:

  • Bellizzi e  Montecorvino Pugliano, intero territorio comunale;
  • Giffoni Sei Casali, l’area interessata è delimitata a: Nord dalla strada provinciale che da
    S. Cipriano Picentino passa per Prepezzano, Capitignano, fino al confine con il comune di
    Giffoni Valle Piana; Est dal confine con il comune di Giffoni Valle Piana; Sud dal confine con il
    comune di Giffoni Valle Piana lungo il fiume Picentino; Ovest dal confine con il comune di S.
    Cipriano Picentino.
  • Giffoni Valle Piana, l’area interessata è delimitata a: Nord dalla strada provinciale che
    da Capitignano passando per Mercato S.S. fino al confine con il comune di Montecorvino R.;
    Est dal confine con il comune di Montecorvino R. fino all’intersezione dei confini tra il comune
    di Montecorvino Pugliano, di Montecorvino R. e di Giffoni V. P.; Sud dal confine con
    Montecorvino P., di Pontecagnano fino al punto in cui si intersecano i confini dei comuni di
    Giffoni V.P., di Salerno e di Pontecagnano; Ovest dal suddetto punto di intersezione, dal
    confine con Salerno, di S. Cipriano (lungo il fiume Picentino) e di Giffoni Sei Casali.
    Mercato S. Severino, l’area interessata è delimitata a: Sud dalla strada provinciale che
    partendo tra il km.11 e km.12 della statale n. 88 costeggia le frazioni di Corticelle e Spiano;
    Ovest dalla strada provinciale che da Spiano prosegue per Oscato, Curteri, Mercato S.
    Severino, Pandola, Acigliano fino al confine con il comune di Montoro Inferiore; Nord dal
    confine con il comune di Montoro Inferiore -tra il km 16 e 17 della SS n. 88-; Est confine con il
    comune di Fisciano.
  • Montecorvino Rovella, l’area interessata è delimitata a: Nord dalla strada provinciale
    che da Montecorvino Rovella arriva al confine con il comune di Olevano sul Tusciano; Ovest dal
    confine con il comune di Montecorvino Pugliano e di Giffoni Valle Piana; Sud dal confine con il
    comune di Bellizzi e, poi, di Battipaglia fino all’intersezione con il comune di Bellizzi,
    Montecorvino P. e Montecorvino R.; ad Est dal confine con il comune di Olevano sul Tusciano
    fino all’intersezione dei confini di Olevano, Battipaglia e Montecorvino R..
    Olevano sul Tusciano, l’area interessata è delimitata a: Nord dalla strada provinciale che
    dal confine con il comune di Montecorvino Rovella arriva fino alla frazione di Salitto; Est dalla
    strada provinciale che da Salitto, passando per frazione Monticelli, e per un tratto del confine
    con Eboli arriva al confine con il comune di Battipaglia; Ovest dal confine con il confine di
    Montecorvino Rovella; Sud dal confine con Battipaglia.
  • Pontecagnano Faiano, l’area interessata è delimitata a: Nord dal confine col comune di
    Giffoni Valle Piana; Est dal confine con il comune di Bellizzi e poi di Montecorvino Pugliano fino
    all’intersezione dei confini di Montecorvino P., Giffoni V.P. e Pontecagnano; Ovest dal confine
    con il comune di Salerno e, salendo, dal confine con il comune di Giffoni Valle Piana fino alla
    linea ferroviaria FFSS, segue tale linea ferroviaria immettendosi sulla strada che va in direzione
    della litoranea, attraversando la C.da Fra Diavolo quindi prosegue parallelamente alla litoranea
    a partire da Piantanova in direzione Picciola e del confine con Battipaglia sul fiume Tusciano al
    podere S. Donato; Sud dal confine con Battipaglia.
  • Salerno, l’area interessata è delimitata a: Nord dall’intersezione del confine tra il
    comune di S. Cipriano Picentino, Giffoni Valle Piana e Salerno; Ovest da tale punto lungo la
    strada provinciale che passa per Staglio e giunge a Fuorni; Sud dalla statale n.18 -km 61/62-
    9 da Fuorni sino al confine con il comune di Pontecagnano Faiano; Est dal confine con
    Pontecagnano con il comune di Giffoni V.P. sino al punto di intersezione sopra menzionato.
  • San Cipriano Picentino, l’area interessata è delimitata a: Sud dalla strada provinciale che
    costeggia Porte di Ferro, Contrada Alfani fino al confine con S. Mango Piemonte; Ovest dalla
    strada provinciale che da S. Mango Piemonte costeggia la frazione di Pezzano fino a S.
    Cipriano Picentino; Nord fino al confine con il comune di Giffoni Sei Casali; Sud-Est dal confine
    con il comune di Giffoni Valle Piana lungo il fiume Picentino.
  • San Mango Piemonte, l’area interessata è delimitata a: Ovest ed a Sud dal confine con il
    comune di Salerno lungo il Rio Sordina; Est confine con il comune di S. Cipriano Picentino fino
    all’intersezione con il comune di Salerno; Nord dalla strada provinciale che dal confine con
    Salerno, sopra Sordina, attraversa S. Mango e giunge fino al confine con S. Cipriano.

L’immissione al consumo della “Melannurca Campana” deve avvenire solo con il logotipo di seguito descritto, in abbinamento inscindibile con la Indicazione Geografica Protetta e solo se il prodotto risulta confezionato nel rispetto delle norme generali e metrologiche del commercio ortofrutticolo.

RegCampania_clicca qui per visionare l’intero Disciplinare di ProduzioneDisciplinare-Annurca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *